Una città as-a-platform

Tempo di lettura: Meno di un minuto

La digitalizzazione e la crescente domanda di servizi digitali cambiano il modo in cui i cittadini utilizzano i servizi pubblici e il modo in cui il valore viene co-creato tra organizzazioni pubbliche, aziende, cittadini e altri partner. Per le città questo significa far evolvere l’attuale modello di pianificazione centralizzata verso uno più aperto e collaborativo, che coinvolge cittadini e imprese.

Per attuare questa trasformazione digitale, le città devono realizzare e mettere a disposizione una piattaforma che consenta di migliorare e ottimizzare i servizi digitali esistenti e di incoraggiare la progettazione e la creazione di nuovi servizi. La città diventa così il centro di un ecosistema digitale fiorente, creativo, innovativo e imprenditoriale.

La città come piattaforma digitale (CaaP – City as a Platform) di servizi è la fase più avanzata del modello di evoluzione della Smart City e si articola in 4 fasi:

  • Fase Verticale: si promuove una maggiore efficienza nei diversi servizi urbani settoriali e verticali (gestione dell’acqua, dei rifiuti, mobilità, ecc.).
  • Fase di Connessione: digitalizzati i suoi servizi, la città deve interconnettere l’intera rete locale, per attuare pianificazione integrate con funzioni predittive.
  • Fase Orizzontale: grazie a una piattaforma che integra i diversi servizi verticali, la città come piattaforma consente una loro visione olistica e, di conseguenza, una loro lettura integrata.
  • Fase Ecosistema: i gestori forniscono ai cittadini una piattaforma urbana in cui tutti gli attori dell’ecosistema possono partecipare a soluzioni collaborative basate su una piattaforma di servizi digitali. Tale piattaforma è un abilitatore di nuovi modelli di business.
Switch The Language