In Sicilia l’illuminazione diventa smart

Tempo di lettura: Meno di un minuto

Progetti di smart lighting e smart cities per rendere più efficiente e sostenibile l’illuminazione pubblica

22 Dicembre 2020 by Buone Pratiche

Esigenza

Innovare le città per contribuire a ridurne il consumo di energia, abbattere l’inquinamento e liberare risorse economiche ed erogare informazioni e servizi innovativi tramite device mobili ai cittadini e alle imprese.
Sono questi alcuni degli obiettivi dei progetti sviluppati da Municipia per gli Enti locali, che ormai si dimostrano sempre più attenti alle politiche di efficientamento energetico. Questo impegno prevede l’installazione di un parco di componenti fisiche e applicazioni software all’avanguardia per ricevere, monitorare e gestire da remoto tutte le informazioni.
Oltre alla domotica degli edifici e alla sicurezza delle costruzioni, tra gli ambiti di intervento di questi progetti c’è l’efficientamento della pubblica illuminazione, per ottimizzare costi e sprechi energetici.
Dopo un beta test svoltosi a Francofonte, il progetto di Smart Lighting portato avanti da Municipia coinvolge ora un gruppo di Comuni della Sicilia.

Soluzione

L’obiettivo del progetto guidato da Municipia è consentire alle città di utilizzare l’illuminazione solo dove e quando necessario, riducendo in questo modo le emissioni di CO2 e le spese per il consumo elettrico.
Il sistema è connesso e integrato con sensori e videocamere che rilevano, monitorano e gestiscono da remoto le informazioni provenienti dall’ecosistema urbano, per migliorare anche il controllo del territorio a beneficio della sicurezza dei cittadini.
Grazie ai risparmi sui consumi energetici le amministrazioni sono pertanto in grado liberare risorse economiche per ulteriori servizi. E grazie alle tecnologie software erogare servizi innovativi con interazione con il territorio.

Switch The Language