Manifesto

Tempo di lettura: 6 minuti

Una nuova città al servizio delle persone: tecnologica, resiliente, inclusiva

Le città hanno un ruolo di primo piano dal punto di vista economico, per le opportunità di occupazione e sviluppo di nuove filiere, e sociale, con la necessità di ricreare e mantenere vive le comunità. Secondo le Nazioni Unite saranno almeno 5 miliardi le persone che vivranno nei centri urbani entro il 2030 e questo comporta un aumento del consumo di energia e acqua, l’incremento della produzione di rifiuti, più inquinamento atmosferico, la crescita di assistenza sanitaria, una domanda diffusa per una maggior sicurezza, oltre al dover fare i conti con un nuovo concetto di urbanizzazione. È arrivato il momento di chiederci: in che direzione stiamo andando?

Quali sono le città in cui vuole vivere e lavorare la “generazione Greta”?

C’è bisogno di fare rete, mettere a fattore comune le esigenze, progettare soluzioni integrate. Da qui nasce una nuova idea di città proposta da Municipia attraverso un Manifesto, che sia davvero al servizio delle persone e in grado di generare un reale progresso.  

Le esigenze

Ridurre la criminalità, evitare di sprecare ore nel traffico, abbattere le emissioni e i costi sanitari sono per i Comuni di ogni dimensione risultati possibili da raggiungere grazie anche alla tecnologia. L’internet delle cose, l’uso di sensori, l’interscambio di dati e informazioni, l’intelligenza artificiale e la realtà virtuale vengono in aiuto offrendo soluzioni concrete a chi governa la città. Tuttavia, l’adozione di strumenti innovativi da sola non basta perché la tecnologia non è il fine ma il mezzo. Sono necessari una visione d’insieme e un quadro strategico di evoluzione che partono dall’ascolto dei bisogni delle persone.

Continua a leggere

Gli strumenti

La Pubblica Amministrazione locale non si limita a gestire e a controllare dall’alto, distante dalle persone, ma è parte del cambiamento. Una politica sempre più attiva, dove l’equità e la sostenibilità sono le basi per lo sviluppo sociale dell’intero territorio. Dieci gli ambiti di intervento fondamentali nei quali agire e per i quali l’uso delle nuove tecnologie fa la differenza: dall’ambiente al welfare, dalla cultura al turismo alla mobilità, passando per la sicurezza, scuola, fiscalità, efficientamento energetico, servizi online, infrastrutture e patrimonio.

Continua a leggere

Gli impegni

È necessaria una città dove viene “aumentato” il modo di utilizzare il tempo e lo spazio, migliorando la qualità della vita di tutti. Il nuovo modello si chiama Augmented City, la Città Aumentata, che garantisce il diritto di vivere la città, aumentandone i servizi anche grazie all’uso intelligente della tecnologia e di nuovi strumenti finanziari. Quello che serve è passare dalle parole ai fatti, consapevoli che le città non si distinguono più per aree geografiche diverse o per il “colore del partito” di chi le amministra, ma tra quelle che decidono di affrontare il cambiamento e quelle che lo rinviano.

Continua a leggere