Dalle Smart Cities alle Augmented Cities

Tempo di lettura: 4 minuti

I Comuni rappresentano le fondamenta della nostra società e l’Istituzione in cui i cittadini ripongono le proprie aspettative, confidando di vedere mantenuti gli impegni promessi dagli Amministratori.

Trasformare le città in Augmented City significa costruire città più efficienti, sicure, sostenibili, dinamiche, inclusive – al di là della loro dimensione – e quindi luoghi ideali dove poter vivere e lavorare, investire ed essere sicuri.

Sostenibilità

È un elemento strategico per le Pubbliche Amministrazioni che, proprio per questo motivo, indirizzano le loro linee di governo tenendo conto di due fattori cruciali: l’impatto ambientale e sociale delle loro scelte. Questo si riflette su due fronti in particolare, vale a dire una efficiente gestione delle entrate, per garantire il corretto funzionamento dei servizi, e in politiche di riduzione degli sprechi e delle risorse, in linea anche con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2030 fissati dalle Nazioni Unite. È su questi temi che si gioca una delle partite più importanti per la credibilità di un’Amministrazione sia dal punto di vista della coesione che della creazione di un rapporto di fiducia con i cittadini.

Sicurezza

La questione della sicurezza urbana occupa un ruolo di primo piano nell’opinione pubblica e nel dibattito politico sul governo delle città, dove il concetto va oltre quello tradizionale di ordine pubblico. Migliorare la sicurezza dei cittadini significa migliorare la qualità della vita, elemento fondamentale di sviluppo sociale. In quest’ottica la sicurezza è uno dei pilastri dell’Augmented City, una città sensibile e reattiva ai cambiamenti comportamentali grazie alla realizzazione di ambienti urbani in grado di registrare in tempo reale ciò che accade e consentire di reagire tempestivamente a vantaggio e tutela dei cittadini.

Mobilità

La valorizzazione dei dati e delle informazioni, anche attraverso sistemi di rete che consentono un’integrazione ed elaborazione in tempo reale, è un elemento abilitante della Mobilità Intelligente. Tutte le azioni che concorrono alla definizione di un nuovo concetto di mobilità non solo fanno parte delle politiche di sviluppo e modernizzazione, ma contribuiscono alla tutela dell’ambiente riducendo sprechi e inquinamento e migliorando la qualità della vita dei cittadini. Ripianificare i sistemi di mobilità in modo razionale, efficace, efficiente e sostenibile, ottimizzando l’uso e lo sviluppo delle risorse economiche, umane e ambientali, significa dunque dare ai cittadini e alle imprese servizi più utili e personalizzati per soddisfare di più e meglio i bisogni.

Interattività

Ogni processo del “sistema città” è finalizzato al cittadino: dalla semplice pratica amministrativa alla gestione dell’anagrafe, alla fruizione degli asset turistici e culturali. E questo richiede tecnologie e soluzioni sempre più aperte e trasparenti grazie a strumenti in Cloud. La città non è più intesa come un sistema “chiuso” ma presuppone un alto grado di interattività, per facilitare il dialogo, governare la complessità e produrre più economia.

Welfare

All’interno dell’Augmented City il welfare è inteso come un complesso di azioni teso a offrire ai cittadini sostegno e ausilio in funzione dei propri bisogni e delle proprie possibilità, migliorando anche l’integrazione tra le strutture e la qualità delle prestazioni attraverso l’infrastrutturazione tecnologica e digitale. Anche in questo ambito, infatti, la tecnologia può fare molto per garantire ad un numero crescente di persone l’accesso ai servizi, senza determinare un incremento fuori controllo della spesa delle città, evitando sovrapposizioni e parcellizzazioni.